Organo di informazione on-line dell’associazione I Repubblicani

Bagno di folla a Milano per la chiusura di Reguzzoni e di Forza Italia. Stefano Benigni: «Saremo la sorpresa di queste elezioni»

Stefano Benigni, vicecoordinatore nazionale di Forza Italia

Onorevole Stefano Benigni, vicecoordinatore nazionale di Forza Italia, piazza San Carlo era piena di persone che sostengono Marco Reguzzoni e Letizia Moratti; la prova che c’è entusiasmo attorno al partito e alle elezioni Europee. Ormai, poche ore ci separano dal voto. Quali sono le sue sensazioni?

«Entusiasmo e fiducia: Forza Italia è unita, vogliamo arrivare a un grande risultato. Ieri, a Napoli, c’erano migliaia di persone a sostenerci, e il nostro segretario nazionale ha chiuso in bellezza chiedendo a tutti i dirigenti di salire sul palco. C’è una squadra formidabile che, senza tradire i valori di Silvio Berlusconi, vuole ricoprire uno spazio politico tra la sinistra e la destra. In Europa, poi, Forza Italia fa parte del PPE, il partito di maggioranza. È lì che dobbiamo essere protagonisti per poter tutelare i nostri interessi».

Il segretario Antonio Tajani definisce Forza Italia una forza “rassicurante”. C’è la sensazione di poter raggiungere il 10%?

«Ne siamo convinti. Con un ultimo sforzo, in questa volata finale, possiamo arrivare a quel numero. Era l’ultimo desiderio del presidente Berlusconi; inoltre, lo dobbiamo ai tanti italiani che hanno riposto in noi la loro fiducia per l’Europa e per l’Italia».

Quello dato al PPE può essere, più di altri, un “voto utile” in difesa degli interessi degli italiani?

«Assolutamente sì: Forza Italia è l’unico partito che è certo di sedersi nella maggioranza che governerà l’Europa. Il PPE, infatti, farà la voce grossa anche per il prossimo quinquennio. Da parte nostra, l’auspicio è quello di poter formare – insieme agli altri partiti italiani di centrodestra -una nuova maggioranza europea. Ma per ora, la certezza è un’altra: a Bruxelles, il voto a Forza Italia è quello che più di tutti può dare voce e peso all’Italia».

Articoli correlati

IN QUESTO ARTICOLO

Resta aggiornato!

Iscriviti alla newsletter